16.01.2018 VIOLET

VIOLET

 

Single and the City 

Come sopravvivere da single nella Milano YMCgay.

PARTE 1. 

Principe azzurro dove sei?

Quando da piccola mi chiedevano: “Tesoro cosa vorresti fare da grande?”, io senza alcuna esitazione e stringendo saldamente con la manina la gonna a palloncino ricoperta di fiorellini, nel perfetto atteggiamento disneyano, rispondevo:

“La principessa”.

Ma non era una cosa detta tanto per dire, io davvero ero convinta che un giorno sarei diventata la principessa di un regno sperduto sui monti e che avrei condiviso il mio trono con il più affascinante, dolce, gentile, ben vestito e profumato principe azzurro.

Poi non so cosa sia successo. Mi sono svegliata un giorno e ho finalmente compreso che diventare una principessa non era così facile come credevo e che con il principe azzurro avrei potuto al massimo litigare su chi doveva avere la precedenza per il bagno o su chi dei due fosse vestito meglio.

E avrebbe vinto lui in ogni caso.

Quindi ho dovuto ben presto arrendermi all’idea di dover scegliere un mestiere leggermente più realistico. Per quanto riguarda la fallimentare ricerca del principe azzurro posso solo dire che, sì, ero consapevole di aver scelto la città italiana con la più alta carica omosessuale, ma non pensavo che sarei precipitata in un buco nero.

Dove sono finiti i maschi alfa eterosessuali? Si sono estinti? Sono una specie di cui tutti parlano ma che in realtà non esiste, come gli unicorni?

A queste domande non so ancora rispondere, ma è uno dei miei prossimi obbiettivi.

Ah dimenticavo, mi chiamo Violet, ho 25 anni, vivo a Milano e sono orgogliosamente e cronicamente single.

Sì, avete letto bene. SINGLE.

Quando conosco persone nuove una delle prime domande che mi vengono poste, subito dopo il nome, l’età e di cosa mi occupo, è: “ma tu sei fidanzata?”.

Che palle.

Perché chiedere sempre ad una persona se è “Fidanzata”, come se quella fosse la normalità e non viceversa. Cioè mai nessuno che chieda “sei single”? No, quello no.

Perchè nonostante ci troviamo nel 2017, e non nel 1920, ammettere di essere single sembra l’equivalente di “Sono una sfigata del cazzo”?  Come se stessi bestemmiando in diretta tv davanti ad un milione di italiani, come se stessi per cannare il punto della vittoria all’ultimo secondo, come se stessi ammettendo di essere sola perché non sono in grado di far durare una frequentazione il tempo sufficiente a farla diventare qualcosa di “serio”. Come se quella sbagliata fossi proprio io.

Ma lo sapete cosa significa essere una donna matura, determinata, che sa ciò che vuole, indipendente, vivere a Milano nel 2017, sommersa da meravigliosi amici a cui le tue tette proprio non interessano ed essere single?

Seppure ti capita di imbatterti in un uomo etero, carino, ambizioso o è uno stronzo che ama più se stesso di quanto mai potrà amare te, o è un mammone che quando si trova davanti ad una donna un minimo più forte di lui, che non sia sua madre, o non sa che cosa farci o scappa a gambe levate visualizzando e non rispondendo mai più su WhatsApp.

Quindi no. Non ce l’ho il fidanzato.

Se vi aspettavate una rubrica in cui vi vengano elencate le 10 regole per trovare l’uomo dei sogni mi dispiace dovervi deludere fin dall’inizio.

Piuttosto vi parlerò di come, in poche semplici mosse, ho trovato gli uomini più inadatti alla mia persona. Perchè se trovare un etero nella Milano YMC-gay sembra impossibile, trovare QUELLO GIUSTO è un’impresa che va oltre le umane capacità.

Ma vale la pena provare, no?

Eterosessuali, o sedicenti tali, di Milano, ovunque voi vi troviate, cominciate a tremare, perché io vi cercherò e proverò al mondo che esistete davvero.

Violet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...