10.04.2018 VIOLET

VIOLET

SINGLE AND THE CITY 

Come sopravvivere da single nella Milano YMCgay.

PARTE 7.

Perchè le donne preferiscono gli stronzi.

Perché le donne preferiscono gli stronzi?

E con “stronzi”, in questo caso, intendo quegli uomini emotivamente indisponibili.

Tutti quegli uomini difficili da decifrare, tendenzialmente belli o per lo meno fascinosi, con una bella posizione lavorativa e una consapevolezza di se stessi solitamente inversamente proporzionale alla lunghezza del loro amichetto lì sotto.

Che poi: “L’importante non è la dimensione, ma come lo sai usare” cit. di qualche uomo che non lo sapeva nemmeno usare.

Questo tipo di uomini risultano ai nostri occhietti di inguaribili crocerossine inafferrabili. Sappiamo che non saranno mai nostri perché loro non appartengono a nessuno. Loro non sono in grado di innamorarsi, di essere fedeli, di prendersi l’impegno di una relazione “seria”.

Ma del tipo di uomini che preferiscono il sesso senza amore ne ho già parlato precedentemente.

Stavolta vorrei cercare di capire perché siamo così incondizionatamente e irreversibilmente attratte da questo tipo di uomini.

Nella mia vita non ho conosciuto solo uomini di questo tipo, sia chiaro, anzi, ho conosciuto diversi ragazzi molto dolci che desideravano dormire con me, portarmi a cena, in giro per l’Italia persino. Loro chiamavano, prendevano appuntamenti, facevano le coccole dopo il sesso e non vivevano con il terrore dei sentimenti. Era tutto così meravigliosamente semplice. E, alla lunga, noioso.

Non mi sono mai innamorata, né presa una cotta per questo genere di uomo.

Eppure è tutto quello che una donna afferma sempre di volere alle amiche.

Personalmente imputo la responsabilità di questa mia perversa attitudine ad essere attratta sempre da uomini irraggiungibili alla letteratura.

Sono gli scrittori e gli sceneggiatori che hanno irrimediabilmente compromesso la mia capacità di innamorarmi dell’uomo giusto, anche se mi precipita davanti.

Libri, film, serie tv ci hanno fatto credere che l’amore debba essere struggente, complicato e disarmante per essere vero. Che sia necessario soffrire per essere appagati, per sentire quel qualcosa che per comodità definiamo amore ma che altro non è che una gastrite.

Ed ecco la mia lista dei 5 personaggi, partoriti da qualche donna patologicamente crocerossina, di libri, film o serie tv che hanno condizionato la mia ricerca dell’uomo ideale.

  • Mr Darcy. Chi non ha letto Orgoglio e Pregiudizio? Jane Austen nel 1810 tirava fuori questa meravigliosa storia d’amore destinata a far sognare milioni e milioni di ragazzine e donne per secoli. A quindici anni io l’ho praticamente divorato ed è stata la pima volta in cui ho abbandonato definitivamente il desiderio di sposare il principe azzurro e ho cominciato di desiderare ardentemente un uomo scostante, sprezzante e sapientemente corazzato come Mr Darcy. Da quel momento ho iniziato ad andarmene in giro per il mondo sentendomi Lizzy Bennet con ogni uomo che vagamente potesse somigliare a Mr Darcy. Insomma, desideravo essere proprio quella donna per il quale il suddetto tipo di uomo direbbe: “ho lottato contro la mia volontà, le aspettative della mia famiglia, l’inferiorità delle vostre origini, il mio rango e patrimonio, tutte cose che voglio dimenticare e chiedervi di mettere fine alla mia agonia…Vi amo con grande ardore…”. Il più duro e diffidente uomo dell’universo, quello che tutte vorrebbero ma nessuna ottiene, si scioglie come neve al sole davanti all’unica donna capace di mandarlo a cagare.

i love you couple GIF-source

  • Alex Karev: Grey’s Anatomy è stato trasmesso per la prima volta nel 2005 e mentre tutte le mie amiche adoravano il dottor Stranamore, dolce, sensibile, bello, che costruisce nidi d’amore parlando della famigliola del mulino bianco, io mi innamoravo del dottor Karev, piccolo pseudo teppista egocentrico, egoista e tanti altri aggettivi che iniziano per ego. Lui è un ragazzo come ce ne sono tantissimi nella realtà, e cosa ti fa credere quella gran simpaticona di Shonda? Che dietro quell’aspetto duro e menefreghista si nasconde un dolce tenerone dal cuore d’oro pronto a fare promesse di matrimonio strappalacrime per la donna che gli fa perdere la testa. Da quel momento ho creduto che bastasse poco per trovare il cuore caldo anche all’interno dei tortini più duri. Questo nei telefilm, perché nella realtà…

alex karev GIF-source

  • Damon Salvatore: Chi di voi non ha mai sognato di essere contesa tra due vampiri fighi e pericolosi all’apparenza ma docili come agnellini se davvero innamorati. Ovviamente per chi potevo patteggiare io? Per il fratellino dolce e gentile che si nutre di solo sangue animale o per quello con la faccia da “ti seduco, ti scopo e ti abbandono” (E io: “Fa con me ciò che vuoi!”) noncurante di nessun’altro a parte se stesso? Se stesso ed Elena. Qui nasce l’illusione che persino il predatore per eccellenza, colui per il quale tu non sei altro che un pasto che cammina, può innamorarsi talmente tanto da decidere di non bere più dal collo di nessun’altra. Certo….!ian somerhalder damon salvator GIF-source
  • Alex de “La verità è che non gli piaci abbastanza”: Film cardine, film che va visto rigorosamente dopo una rottura per sentirti un po’ meno cogliona per aver creduto all’ennesimo stronzo che sembrava l’uomo perfetto. In tutta la prima parte ti convince che nella maggioranza dei casi è inutile illudersi perché non siamo l’eccezione, siamo la regola. Poi alla fine si capovolge tutto. E l’uomo anti-amore si innamora della ragazza più imbranata e scassamaroni della storia delle commedie romantiche. Quindi la domanda ti sorge spontanea: “Ma quale disagio ha lei in più che io non ho?” Perché nella realtà se sembra che a un uomo non gliene frega un cazzo di te, poi non gliene frega davvero un cazzo?justin long friend GIF-source
  • Heathcliff: e la lista si conclude con il caso più paradossale. Cime tempestose è un libro che ho odiato come pochi, una storia d’amore distruttiva che nessuno dovrebbe desiderare nemmeno per sbaglio. Ma il mio inconscio ha fatto in modo che ne fossi quasi attratta. Che provassi odio e allo stesso tempo curiosità verso quel personaggio così perverso. Tanto che mi sono più volte chiesta “ma che problema ho?”dallas winston GIF-source

Sinceramente la risposta non la conosco. Forse lo scoprirò un giorno, quando sarò abbastanza matura e saggia ( tipo verso i centosessant’anni).

Un’ipotesi potrebbe essere che abbiamo un fortissimo bisogno di sentirci speciali, diverse, quelle per cui lo stronzo potrebbe cambiare e diventare l’uomo perfetto grazie a noi.

Ma qualcuno può davvero cambiare?

Violet.

7) Innamorarsi di uno stronzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...