07.11.2018 MARGHERITA

FIDDLER JONES e IL SUONATORE JONES – Dialogo fra Masters e De André Sono bloccata nel traffico mattutino perché, non si sa come, quando piove pare che nessuno sappia più guidare, che tutti i clacson del mondo siano impazziti e che le precedenze siano solo un vago ricordo. La mia frustrazione delle otto di mattina,…

MARGHERITA 10.10.2018

SOFIA SI VESTE SEMPRE DI NERO –  Cognetti È tornato l’autunno, riportando con sé l’abitudine. Lo si percepisce dal fermento che pervade Milano, dove il traffico riprende incessante, fra la corsa comune a scuola e al lavoro e la tentazione di rintanarsi sotto le coperte con una tazza di tè fumante. Anche nella biblioteca, il…

09.05.2018 MARGHERITA

SETA– Baricco Un’anziana signora si avvicina alla mia scrivania con aria visibilmente preoccupata e mi chiede «Cara, per caso hai visto un foulard di seta sui toni del rosso, del nero e del crema? Sono tornata a casa e mi sono accorta di non averlo, ho controllato in ogni angolo della borsa ma niente, non…

25.04.18 MARGHERITA

UNA QUESTIONE PRIVATA – Fenoglio Ansia. Trepidazione. Attesa. Questo il mio stato d’animo fino ad un’ora fa. Parlare in pubblico non è mai stato il mio forte, anzi, ho sempre cercato di evitare con cura gli sguardi indagatori delle platee, nel timore della voce che si incrina, del raffreddore che ci sorprende sicuramente nel momento…

11.04.18 MARGHERITA

DORA MARKUS – Montale Fu dove il ponte di legno mette a Porto Corsini sul mare alto e rari uomini, quasi immoti, affondano o salpano le reti. Con un segno della mano additavi all’altra sponda invisibile la tua patria vera. […] A Porto Corsini, oggi Marina di Ravenna, in realtà non arriverò mai. Si può…

28.03.18 MARGHERITA

LA RAGAZZA CON LA LEICA – Helena Janeczek Pagina 330, fine. Ciò che amo di più del mio lavoro di bibliotecaria sono i tempi morti fra una mansione e l’altra, quelle ore che, avvolta dal silenzio di questo luogo, posso dedicare alla mia attività preferita: la lettura. Dall’ultima pagina risalgo alla prima, dove risaltano queste…

14.03.2018 MARGHERITA

NORWEGIAN WOOD – Murakami All’ingresso della biblioteca c’è un vecchio mobile di legno norvegese. Tutte le volte che lo osservo non posso far a meno di sorprendermi a canticchiare quei versi indimenticabili: I once had a girl Or should I say She once had me She showed me her room Isn’t it good? Norwegian wood….

28.02.2018 MARGHERITA

SIGNORINA ELSE – Schnitzler Sono a San Martino di Castrozza, su una panchina, al limitare di un bosco e l’aria è inebriante come lo champagne e ho voglia di piangere. Ci sono luoghi che assumono ai nostri occhi un aspetto che parla a noi soli e che non potremmo mai trovare nelle indicazioni di una…

14.02.18 MARGHERITA

LA SIGNORA DELLE CAMELIE – Dumas figlio Una mattina di inizio dicembre, camminando con aria assonnata e distratta fra i corridoi della metropolitana, la mia attenzione si è d’un tratto destata. Ho levato lo sguardo e lui era lì davanti ai miei occhi, con quel suo familiare colore di finta pergamena e quelle scritte dal…

31.01.18 MARGHERITA

DEL PIACERE DI LEGGERE – Proust   Mentre mi aggiro fra gli scaffali della biblioteca, portando sottobraccio una pila di libri, arrivo finalmente nel settore dedicato alla letteratura francese: N, O, P, Prévert, Prévost, Proust…   Forse non ci sono giorni della nostra adolescenza vissuti con altrettanta pienezza di quelli che abbiamo creduto di trascorrere…